ADHD E GLI INSEGNANTI EMPATICI

Insegnare

Andando a scuola è possibile aver incontrato insegnanti che hanno reso il tuo percorso frustrante, ma puoi anche essere stato fortunato e aver incontrato insegnanti che si sono distinti  per la loro empatia e ti hanno ispirato e incoraggiato più di altri.

Per le persone con ADHD, avere il secondo tipo di insegnante, può fare una grande differenza.

Quindi, quali sono le caratteristiche che distinguono un insegnante consapevole ed empatico verso le diverse modalità di apprendimento?

Eccone alcune:

  • 1. Dare agli studenti la possibilità di imparare nel loro modo.

Le persone non imparano le cose allo stesso modo. Alcune preferiscono ottenere nuove informazioni leggendo, altre ascoltando e altre guardando video. Alcune persone hanno bisogno di capire i dettagli di qualcosa prima di applicarla, altri devono imparare attraverso sperimentazioni pratiche e tentativi ed errori.

Questa diversità è particolarmente ovvia nelle persone con ADHD e con difficoltà di apprendimento in generale.

Gli studenti con ADHD e/o DSA hanno bisogno di modi particolari per imparare le cose e non  lefanno bene quando cercano di apprendere nel modo in cui la maggior parte delle persone lo fa.

Gli insegnanti con esperienza (e personale sensibilità) dovrebbero tutti riconoscere quali dei loro studenti apprendono in modo diverso, senza bisogno di una certificazione. Per loro  potrebbero usare strategie di insegnamento per fornire opportunità di apprendere anche con mezzi diversi (lettura, ascolto, mappe concettuali ecc.), rendendo le lezioni più interattive e consentendo agli studenti di scegliere diversi  materiali per facilitare lo studio.

  • 2. Riconoscere i punti di forza unici degli studenti

Per gli studenti in generale, non c’è niente di più stimolante di trovare un’area in cui sei nel tuo elemento e avere un insegnante che riconosce quella tua forza. Per gli studenti con ADHD, l’insegnante più stimolante è proprio quello che riconosce i loro punti di forza, piuttosto che vederli solo come pigri o disorganizzati.

Ciò si collega al punto precedente, perché gli insegnanti che riconoscono i diversi punti di forza dei loro studenti sono spesso gli stessi insegnanti che abbracciano il fatto che diversi studenti apprendono diversamente. Questi insegnanti hanno sempre una vasta gamma di materiali in classe che permettono agli studenti di sperimentare una varietà di attività e modi di pensare, per sviluppare al meglio le loro abilità/capacità.

Come insegnante è facile cadere nella trappola di credere che ci sia solo un tipo di bravo studente: lo studente attento al dettaglio, coerente, accademicamente ambizioso, naturalmente impegnato – in altre parole, quello con cui è più facile insegnare.

Ciò che rende davvero interessante il mondo dell’insegnamento però, non è avere un esercito di queste persone perfettamente coscienziose, ma avere anche persone che mostrano altri punti di forza da scoprire e condividere.

  • 3. Valorizzare anche la creatività

La creatività è un’abilità che a volte viene trascurata in classe, perché è difficile da insegnare e difficile da valutare. E’ più facile valutare gli studenti sulla loro coerenza e affidabilità, ed è quello che viene richiesto principalmente fra le prestazioni scolastiche.

Ma di fatto è la creatività  che fa funzionare la nostra società. Ed è anche una caratteristica di cui molte persone con ADHD eccellono. Quindi gli insegnanti più empatici tendono ad apprezzare/valorizzare in questi studenti la loro creatività e intuizione, e non solo l’apprendimento meccanico.

  • 4. Non penalizzare gli studenti con ADHD per i loro sintomi

Solitamente gli studenti con ADHD vengono penalizzati a scuola per i loro sintomi. Ad esempio, le capacità organizzative sono un’area che è specificamente influenzata dall’ADHD. Certo è importante supportare gli studenti nello sviluppo delle loro capacità organizzative, ma se poi si valuta gli studenti su questo, allora bisogna considerare che le capacità organizzative sono un mezzo, non un fine… giusto?

L’iperattività è un altro esempio. Un insegnante empatico riconoscerà che se canalizzata bene non è poi una cosa negativa per gli studenti con ADHD.

Poi ci sono gli errori di disattenzione. Questo è un po’ più complicato, perché se uno studente commette facilmente degli errori ne consegue solitamente un voto più basso. Ma è possibile progettare diversamente le aspettative delle verifiche/test e soprattutto la propria politica di valutazione, affinché il danno per questi studenti sia minore.

  • 5. Prendersi cura. L’insegnamento è un lavoro, ma non è solo un lavoro.

È facile individuare la differenza tra un’insegnante che mentre lavora non vede l’ora di uscire, rispetto a chi invece importa insegnare/educare con passione. Gli insegnanti di quest’ultima categoria sono  quelli impegnati a trasmettere il loro sapere efficacemente. Sperimentano quindi diverse pratiche di insegnamento e sono particolarmente coinvolti  nel sapere se i loro studenti stanno davvero imparando…e i loro studenti questo lo percepiscono.

Sono questi gli insegnanti che sono più stimolanti per tutti gli studenti e a maggior ragione per quelli con ADHD e disturbi d’apprendimento.

Senza dubbio ci sono altri tratti che evidenziano gli insegnanti più empatici…puoi aggiungerli nei commenti, se hai avuto la fortuna d’ incontrarli.

Ho sempre pensato che la scuola fosse fatta prima di tutto dagli insegnanti. In fondo, chi mi ha salvato dalla scuola se non tre o quattro insegnanti? Nessuno è condannato a essere per sempre una nullità, come se avesse mangiato una mela avvelenata! Non siamo in una fiaba, vittime di un incantesimo!
Forse è questo insegnare: farla finita con il pensiero magico, fare in modo che a ogni lezione scocchi l’ora del risveglio.”[…] D. Pennac

Tratto, adattato e tradotto liberamente da:

https://blogs.psychcentral.com/adhd-millennial/2018/11/5-traits-of-an-adhd-friendly-teacher/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...