ADHD E COMPITI A CASA CON ROUTINE


compiti_a_casa

Il tuo bambino trascorre molte ore per svolgere compiti…

Ma il problema è un carico di lavoro sovradimensionato? O non vanno bene le abitudini per fare i compiti di tuo figlio? 

Come faccio a sapere quando i compiti  sono troppi? Come dovrei gestire questo problema con la scuola?

1. Devi parlare con l’ insegnante di quanto tempo si aspetta che tuo figlio dedichi per i compiti a casa. A volte gli insegnanti non sono consapevoli di quanto tempo il tuo bambino con ADHD debba effettivamente dedicare per le consegne date.

2. Per un breve periodo tieni un registro di quanto tempo serve a tuo figlio per svolgere i ciascun compito autonomamente e quanto tempo passi accanto a tuo figlio per aiutarlo. L’insegnante sa quanta assistenza devi fornire tu o un tutor? È importante fornirgli questa informazione.

3. Calibrare la quantità compiti. Se la quantità di compiti a casa effettivamente è troppa per tuo figlio, a volte insegnanti e genitori devono elaborare insieme un piano per ridurre il carico.

Nel collaborare con l’insegnante è molto importante chiedere spiegazioni a queste domande

• Perché ci vuole così tanto tempo per i compiti che assegna?
• È un’aspettativa ragionevole?
• Potrebbe essere un problema individuale di tuo figlio di cui tener conto?

Ci sono molte variabili perchè tuo figlio impiega molto tempo nel svolgere:

  • forse tuo figlio ha bisogno di più pause.
  • forse tuo figlio ha bisogno di più supporto, da parte tua o di un tutor, per capire e svolgere i compiti.

Prima di andare dall’insegnante e dire “Dobbiamo ridurre la quantità di lavoro“, dovrai raccogliere e dare al docente maggiori informazioni su ciò che accade a casa.

https://www.additudemag.com/too-much-homework/IwAR2bhlzsgejC-hPQ2Hv-whnxyWCAb8YTW5jxECvacI21U54xC0nXYlfdRm4

COMPITI A CASA E ROUTINE

Per molti bambini con ADHD fare i compiti può anche significare litigi, lacrime e frustrazione, perché per loro è richiesta più disciplina e coerenza rispetto ai loro coetanei.

Puoi provare a creare una routine basata su tre domande chiave: Quando? Dove? e Come?

1. Quando?
Pianificare i compiti per un tempo prestabilito ogni giorno. Basa questo sul temperamento del tuo bambino. Forse è meglio subito dopo la scuola, o forse dopo un’ora di inattività? Evitare la sera tardi, poiché la maggior parte dei bambini sono stanchi.
Essere coerenti. Scrivi un programma giornaliero, o un calendario settimanale ben visibile che  includa i tempi di inizio, le pause e la fine dei compiti  a casa ogni giorno.
• Ripeti anticipatamente il tempo previsto per svolgere ogni compito e stabilisci una breve pausa in mezzo, se troppo lungo. Usa come supporto la neutralità di un timer per gestire il tempo.

2. Dove?
• Aiuta il bambino a selezionare un posto di lavoro per lui ideale. Prova il tavolo della cucina, dove può distribuire meglio i materiali. O forse tuo figlio preferisce farli nella sua scrivania…fate delle prove per verificare cosa e meglio per lui.
• Evitare la vicinanza di TV o cellulari. Puoi provare con una musica di sottofondo a basso volume se può aiutare tuo figlio a concentrarsi meglio                                                    

• Stai nelle sue vicinanze (se possibile). I bambini con ADHD si concentrano meglio quando hanno un supervisore vicino.

3. Come?
Impostare le regole. Quantifica e scrivi su un foglio: i tempi di inizio e fine dei compiti; specifica anche le pause e rassicura tuo figlio che sarai nelle vicinanze per aiutarlo a capire i compiti e ad  offrire il tuo supporto.
Aiutalo a iniziare. Assicurati che tuo figlio sappia qual è il compito e come procedere. Offrire assistenza che corrisponda al suo stile di apprendimento. Per i compiti da studiare mostragli come usare evidenziatori e marcatori colorati per delineare parole chiave e frasi.
Continua a farlo andare avanti. Se il tuo bambino cerca di fermarsi prima che abbia finito, incoraggiarlo a continuare e ricordagli che presto ci sarà una breve pausa.
Fai fare le pause. I bambini con ADHD possono affaticarsi a causa della distraibilità, delle difficoltà di concentrazione, della frustrazione e dell’inquietudine. Aiuta tuo figlio a ricaricarsi  programmando delle brevi pause.
• Controlla il lavoro di tuo figlio per vedere se è completo.
Offrire lodi. Complimentati con tuo figlio quando rimane sull’attività, si concentra, è creativo e così via. Sii specifico: per esempio, “Mi piace il modo in cui ti sei concentrato su quel problema e lo hai affrontato fino a quando non l’hai risolto.” Dagli una carezza, o un batti 5 a metà dei compiti, per riconoscergli lo sforzo e l’impegno che sta mantenendo.
Dare premi. Va bene anche offrire un “premio” per motivare: poter vedere dopo un programma TV preferito, più tempo per giocare con la play, o con il suo cellulare…
Insistere. Consolidare una routine di compiti a casa richiede un impegno solido. Ci vuole da uno a tre mesi perché una routine diventi un’abitudine.

Tratto, adattato e tradotto da:

https://www.additudemag.com/homework-routines/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...