ADHD & ADULTI : DIFFICOLTA’ NELLA GESTIONE DEL DENARO E COMPORTAMENTO SESSUALE PIU’ RISCHIOSO

denaro-767x750

Studi e ricerca dell’ esperto Prof. Russell A. Barkley, Ph.D., ABPP

Conseguenze nella gestione del denaro .

Gli adulti con ADHD  hanno spesso difficoltà a gestire i loro soldi, pagare le bollette e far fronte i loro debiti. L’ impulsività, quando è ancora presente nell’ adulto, crea difficoltà a rinviare la gratificazione, a pensare e a pianificare per il futuro, con una ricaduta negativa nel gestire bene le loro finanze.

Gli adulti con ADHD hanno maggiori probabilità di usare i loro soldi incautamente, fare acquisti senza pensare e usare le loro carte di credito troppo spesso, con conseguenti uscite  sproporzionate rispetto al loro budget di entrate. Sono anche meno organizzati e più smemorati quando si tratta di pagare le bollette in tempo.

Questi problemi di gestione di soldi a volte possono persino riportare  l’adulto con ADHD a tornare a vivere nella casa dei genitori, perché semplicemente non può farcela finanziariamente da solo; almeno non ancora.

Poiché gli adulti con ADHD hanno meno probabilità di risparmiare denaro e più probabilità di acquistare cose d’impulso ,o di fare spese esagerate, hanno conseguenti difficoltà ad attenersi al loro budget economico e più richieste di prestiti  che tendono a fare ad amici, familiari o colleghi, ponendo così un carico maggiore sugli altri, per aiutarli con i loro problemi finanziari, di quanto non avvenga negli adulti che non hanno l’ ADHD.

La gestione di tutti questi problemi potrebbe essere una valida ragione per cui i pazienti con ADHD adulti abbiano bisogno di cure e consulenza sulla gestione finanziaria.

Comportamento sessuale rischioso .

L’ADHD fortunatamente non è associato ad alcuna maggiore incidenza di disturbi sessuali. Ma le ricerche hanno rilevato più problemi invece con il comportamento sessuale. E’ stato riscontrato un inizio precoce dei rapporti sessuali (durante l’adolescenza) e un modello generale più rischioso per la loro attività sessuale (più partner occasionali e meno uso della contraccezione).

Questo schema comportamentale più rischioso è quasi 10 volte maggiore nell’essere coinvolti in una gravidanza adolescenziale, come padre o madre (38% per il gruppo ADHD verso il  4% per il gruppo di controllo). E’ stato inoltre riscontrato un rischio 4 volte più elevato di avere  malattie trasmesse sessualmente entro i 20 anni (17% contro 4%).

Il rischio più alto di diventare genitori in adolescenza, quando non sono ancora in grado di crescere un bambino, aumenta la conseguente possibilità di dare i figli in adozione, o di farli  crescere dai propri genitori (i nonni del bambino).

Per quanto scoraggianti possano sembrare questi diversi rischi, possono anche servire a motivare i giovani adulti con ADHD a chiedere un aiuto specialistico.

L’ADHD negli adulti è un disturbo altamente più curabile rispetto alla maggior parte di altri disturbi psichiatrici.

Il problema da affrontare non è la mancanza di trattamenti efficaci, ma la mancanza di consapevolezza delle persone colpite (e degli specialisti che dovrebbero aiutarle), riguardo a questa condizione.

Ne consegue che ancora troppo spesso gli adulti con ADHD non vengono indirizzati in centri specializzati per ricevere corrette diagnosi e che non possano quindi accedere alle cure per loro più appropriate.

Tratto, adattato e tradotto liberamente da:

http://www.socialworkcoursesonline.com/active/courses/course092.php

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...