ADHD E NOTE MINISTERIALI SCOLASTICHE

miur-accreditamento-2

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione – Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione

Roma 4 dicembre 2009, Prot .6013

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

Oggetto : Problematiche collegate alla presenza nelle classi di alunni affetti da sindrome ADHD – (deficit di attenzione / iperattività)

Pervengono a questa Direzione Generale numerose segnalazioni concernenti le diverse problematiche relative alla gestione, durante l’orario scolastico, degli alunni affetti da sindrome ADHD e comorbilità ad essa collegate.

Al riguardo si ritiene utile richiamare quanto già precisato nel protocollo diagnostico e terapeutico della sindrome da iperattività e deficit di attenzione, redatto dall’Istituto Superiore della Sanità allegato alla Determinazione A.I.C.N. n.876 pubblicata sulla G.U. n.106 del 24.4.2007 con riferimento al punto 5.1.3. (L’intervento a scuola).

Si sottolinea in particolare che il coinvolgimento degli insegnanti fa parte integrante ed essenziale di un percorso terapeutico per il trattamento dei casi diagnosticati ADHD. La procedura di consulenza sistematica con i centri di diagnosi e cure, presenti in ogni area regionale (vedasi sito http://www.iss.it/adhd e poi cliccare su Centri Regionali di riferimento), prevede almeno un incontro durante l’anno scolastico, al quale sarebbe auspicabile partecipasse l’intero team di insegnanti, per quanto riguarda le scuole elementari, e i docenti col maggior numero di ore settimanali, nel caso delle scuole medie inferiori e superiori.

Tale consulenza è finalizzata al raggiungimento di diversi obiettivi:

1) informare sulle caratteristiche del ADHD e sul trattamento che viene proposto;

2) fornire appositi strumenti di valutazione (questionari e tabelle di osservazione) per completare i dati diagnostici;

3) mettere gli insegnanti nella condizione di potenziare le proprie risorse emotive e migliorare la relazione con l’alunno;

4)spiegare come utilizzare specifiche procedure di modificazione del comportamento all’interno della classe;

5) informare su come strutturare l’ambiente classe in base ai bisogni e alle caratteristiche dell’alunno con ADHD; 6) suggerire particolari strategie didattiche per facilitare l’apprendimento dell’alunno con ADHD; 7) spiegare come lavorare, all’interno della classe, per migliorare la relazione tra il bambino con ADHD e i compagni. E’ infatti di tutta evidenza che l’ausilio di una serie di informazioni dettagliate sulle caratteristiche del disturbo consente all’insegnante di assumere un atteggiamento più costruttivo nel rapporto con il bambino.

La parte più rilevante della consulenza alla scuola è quella dedicata a far apprendere all’insegnante alcune tecniche di modificazione del comportamento da applicare con l’alunno con ADHD. L’apprendimento di queste procedure richiede uno stretto contatto con gli operatori del Centro di Riferimento che hanno in carico l’alunno.

Una specifica area d’intervento da considerare nell’ambito della consulenza scolastica è quella riguardante il rapporto tra il bambino e i compagni di classe. A tal fine il documento in premessa suggerisce alcuni accorgimenti per aiutare l’alunno con ADHD a migliorare il rapporto con i compagni e in particolare:

  • rinforzare gli altri alunni quando includono il bambino con ADHD nelle loro attività
  • programmare attività in cui il bambino con ADHD possa dare il suo contributo,
  • programmare attività nelle quali la riuscita dipende dalla cooperazione tra gli alunni
  • e quando è possibile, assegnare al bambino con ADHD incarichi di responsabilità.

Il richiamo di tali indicazioni potrà, a giudizio della scrivente nota, costituire un ulteriore contributo per una migliore gestione ed integrazione nelle classi degli alunni affetti da detto disturbo. Si pregano le SS.LL. di voler curare la massima diffusione della presente nota presso le istituzioni scolastiche di competenza e si ringrazia per la consueta fattiva collaborazione.

Firmato

Il Dirigente, Antonio Cutolo

Tratta da:

http://www.aidaiassociazione.com/documents/CIRCOLARE_04-12-2009.pdf

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...