ADHD E UN AIUTO ANCHE DAI PAPA’

Padre-e-figlio.jpg

CONDIVISIONE DI UNA TESTIMONIANZA

Suggerimenti di un papà per crescere figli con ADHD

Crescere un figlio con ADHD è stato per me un processo di apprendimento continuo. Con il  mio figlio ho dovuto imparare e capire come applicare una disciplina efficace ed è stata dura, anche se avevamo ricevuto una diagnosi precoce per lui. Tuttavia, con il tempo, la ricerca e un sacco di impegno, sono stato in grado di sviluppare una disciplina concreta che voglio condividere con altri genitori che stanno crescendo i loro bambini con ADHD.

L’educazione di un figlio è data principalmente dai  genitori e quindi anche da noi padri.

In particolare i bambini con ADHD “hanno la necessità” di una base di coerenza a casa. Poiché il cablaggio dei loro cervelli non è neurotipico, hanno bisogno di questa attenzione extra nella coerenza  per dare alle loro menti “in corsa” qualcosa per costruire una struttura e una routine sana ed efficace. Se infatti non ricevono interventi coerenti da entrambi i genitori, i bambini con ADHD avranno molta più difficoltà a mantenere un comportamento appropriato.

Gli studi suggeriscono “ che in generale la mancanza di un coinvolgimento dei padri nella vita dei loro figli aggiunge più stress materno” e  diventa ancora di più  un “ruolo cruciale” quello dei  padri nell’aiutare la madre a crescere un bambino con ADHD.

Può essere difficile per i padri che lavorano fuori tutto il giorno e tornando a casa devono ancora essere al top per supportare la moglie/compagna provata dall’intera giornata trascorsa con il figlio problematico. Ma noi padri abbiamo un ruolo molto importante nel fornire sostegno alla nostra patner. Quindi, anche se sarebbe più facile lasciare che le cose scivolino, un figlio con ADHD ha bisogno anche di questa complicità tra i genitori per migliorare il suo comportamento.

Implementare strategie di disciplina positiva anche da parte dei padri

Essere genitori di un bambino con ADHD è un costante equilibrio di amore e disciplina. Raggiungere questo equilibrio è importante per rimuovere ogni frustrazione/ rabbia e non trasformarla in continue punizioni. Per  mantenere una disciplina efficace ci sono alcune componenti principali che ho incluso nelle mie personali strategie .

  • Fornire istruzioni chiare e aspettative anche da parte dei padri

Un bambino con ADHD potrebbe non effettuare le connessioni logiche come altri bambini neuro-tipici, quindi è necessario assicurarsi di essere molto chiari nel dare istruzioni e aspettative.
Ad esempio, se chiedi a tuo figlio con ADHD di pulire la tua stanza, bisognerà essere più dettagliati  su cosa deve  fare: prima gli si chiederà di rimettere a posto il letto e quando avrà finito gli si dirà di rimettere a posto i vestiti. Essere chiari e dando un comando per volta, ridurrà la frustrazione e ridurrà le discussioni.

  • Anche i padri devono concentrarsi sui risultati positivi,

Un costante bisogno di stimoli e input esterno è comune tra i bambini con ADHD. Questo bisogno può portare a qualsiasi attenzione riescano a trovare, se l’attenzione è negativa o positiva non importa.
Quando possibile, i ricercatori raccomandano che i genitori si concentrino sempre sul rinforzo positivo e ignorino il più possibile i comportamenti scorretti. Siccome ogni attenzione è gratificante per un bambino con ADHD, è necessario quindi concentrarsi sui comportamenti e i risultati positivi. Il tuo bambino verrà così più motivato a scegliere comportamenti positivi per ricevere l’attenzione che tanto cercano dai genitori.

  • Facilitare le conseguenze naturali

Se non mette in pericolo il tuo bambino, è importante anche come padre di permettere a tuo figlio con ADHD di sperimentare conseguenze naturali, in modo che possa collegare le azioni a reali conseguenze. Un esempio di effettive conseguenze naturali è un bambino che dimentica continuamente il pranzo a casa. Manca un pasto non danneggerà tuo figlio, ma il suo disagio che gli creerà probabilmente sarà un promemoria efficace per loro in futuro.

  • Cosa fare quando il bambino con ADHD perde il controllo

Ci sono molti momenti in cui i bambini con ADHD diventano eccessivamente stimolati e non riescono a regolare le loro emozioni. Quando sono sopraffatti, è importante avere un’area/luogo della casa in cui possano andare quando devono calmarsi. Ho creato quindi una zona in casa che non fosse un luogo di punizione nel senso tradizionale. Chiarisci a tuo figlio che questo può diventare il suo posto tranquillo e sicuro dove potrà riprendere la calma che ha perso. Lascia questo posto libero da distrazioni, affinché possa rifocalizzarsi. Inoltre, lascia che il bambino determini da solo quando è calmo e pronto per  ricominciare. Questa capacità di andare e venire dal “un luogo di sospensione” è ciò che realmente lo trasforma da un luogo di  punizione ad uno dove starsene in pace e riprendere il controllo.

Essere un buon padre di un bambino con ADHD può richiedere davvero molto impegno e coinvolgimento. Ma collaborare con la consapevolezza delle sue difficoltà può essere incredibilmente gratificante anche per la moglie/compagna e quindi rafforzare la coppia. Diventare un vero “Team” per aiutare il figlio a riuscire ad avere i suoi successi, nonostante tutto sembra remare contro.

https://goodmenproject.com/families/a-dads-discipline-tips-for-kids-with-adhd-wcz/

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...