CON L’ADHD SI ELABORANO PREMI E CONSEGUENZE IN MODO DIVERSO

ruota-del-cambiamento

Perché è così difficile motivare i bambini con ADHD?

Il cervello con ADHD elabora premi e conseguenze in modo diverso
Tecniche motivazionali tradizionali – vale a dire, premi e conseguenze – non funzionano sempre per  tutti i bambini con ADHD. Perché i
cervelli con ADHD differiscono da quelli neuro-tipici in alcuni importanti modi che influiscono sulla motivazione:

• Le parti del cervello che gestiscono le funzioni esecutive e le emozioni hanno diversi livelli di attività.
• Le differenze di attività elettrica rendono più difficile per i cervelli ADHD filtrare gli stimoli irrilevanti e concentrarsi sul compito da svolgere.
• L’ADHD è legato alla bassa attività della dopamina, che influisce sul desiderio e sulle reazioni a ricompense, successo e insuccesso.

Queste differenze significano che i bambini con ADHD devono lavorare di più per acquisire informazioni e prestare attenzione.

Ciò può significare che i bambini con ADHD sperimentano più frustrazione e fallimenti che momenti di successo, il che influenza negativamente la percezione di sé e aumenta lo stress – paralizzando ulteriormente la loro motivazione.

La loro mancanza di motivazione può sembrare/apparire come:

• Mancanza di interesse: “Non voglio farlo”.
• Irrilevanza: “Non c’è alcun valore nel farlo!”
• Vergogna: “Se lo faccio, sembrerò stupido (di nuovo)”.
• Evasione di successo: “Se eseguo correttamente questa operazione noiosa, me ne faranno fare ancora”.
• Desiderio di mantenere il controllo: “Non decidere tu di farmi fare questo”.

Le percezioni negative di un bambino sulla sua capacità di completare un compito possono diventare una barriera per iniziare – e comportano un’elaborazione meno efficiente, perché tutto questo stress esercita una chiusura mentale.

Pertanto, i bambini con ADHD richiedono un approccio diverso per stimolare la motivazione e gestire gli effetti emotivi delle loro sfide. Non a causa di un problema di atteggiamento – ma a causa della loro neurobiologia.

Come aiutare il bambino a identificare problemi motivazionali

La motivazione a voler fare le cose è un processo lungo che inizia aiutando il bambino a capire la sua chimica cerebrale e le sfide che  gli crea. Si deve imparare quindi anche come genitori a posizionare/richiedere i compiti in un modo che li renda più rilevanti (piacevoli-motivanti) per la neurochimica particolare del figlio.

Il processo che i genitori possono seguire è il seguente:

Informa. Assicurati che tuo figlio sappia che ha una condizione che può rendere certe situazioni più difficili o impegnative. Aiutalo a capire che l’ADHD è reale, ma il suo destino non è segnato.
Insegna: Insegna a tuo figlio che determinate sfide sono legate alla sua condizione, come ad esempio: l’ organizzazione, l’avvio di un’attività, mantenere i pensieri, completare un’attività…
Inquadra: spiega a tuo figlio che le sue difficoltà motivazionali non sono legate all’intelligenza. L’ADHD è una diversità neurologica. Puoi dire : “Questo non significa che non sei intelligente. Significa che il tuo cervello funziona in modo diverso. L’ADHD può presentare molte sfide che possono però essere superate per ottenere un maggiore successo e vivere al massimo le tue potenzialità.

Alcune persone con ADHD possono affrontare e superare autonomamente le loro sfide. Ma per la maggior parte dei bambini, richiede guida, empatia e molta pratica da parte dei suoi cari e dei suoi insegnanti.

Tratto, adattato e tradotto da:

https://www.additudemag.com/adhd-motivation-techniques-brain/?utm_source=facebook&utm_medium=social&utm_campaign=parent

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...