ADHD E LE CINQUE “C” DELLA GENITORIALITA’

Regola-del-5-900x600

Un altro giorno di lotta con tuo figlio con ADHD per la scuola… e vorresti arrenderti. Molti genitori sono frustrati e avviliti dalle urla e dai conflitti quotidiani. Come si può  fare le cose in modo diverso?

Ai  bambini /adolescenti con ADHD serve indubbiamente il supporto dei genitori e degli insegnanti per migliorare le loro abilità che sono cruciali per il  Funzionamento Esecutivo, come: l’autoregolamentazione e l’organizzazione, di cui hanno bisogno per ottenere successi.

In più di 25 anni di pratica clinica ho visto come “l’ascolto” dei bambini con diagnosi di ADHD possa migliorare la cooperazione e il successo. Le mie cinque C per i genitori – auto-controllo, comprensione, collaborazione, coerenza e celebrazione – hanno aiutato centinaia di famiglie a ridurre lo stress, a costruire relazioni più strette e a migliorare la vita di tutti i giorni.

Diamo un’occhiata ai cinque errori più tipici che i genitori (e gli insegnanti) fanno con i bambini con ADHD e come potrebbero evitarli:

  • 1. Perdere la calma
    È naturale arrabbiarsi quando qualcuno ti sta urlando, prendendo a calci o addirittura picchiando. Ma la tua agitazione non fa altro che aggiungere benzina al fuoco. I nostri cervelli maturi e adulti dovrebbero avere la capacità di calmare le nostre intense emozioni. I bambini con ADHD, i cui lobi prefrontali finiscono di maturare invece dopo i 25 anni, hanno bisogno di ulteriore assistenza e pazienza da parte tua per farlo.

Soluzione: praticare l’auto-controllo. Inizia gestendo prima i tuoi sentimenti in modo da poter agire in modo più efficace. Questo non significa non arrabbiarsi mai. Cerca solo, quando senti che ti stai irritando, di allontanarti per qualche minuto dalla situazione. Interrompi quel momento di rabbia che sta salendo, facendo alcuni respiri profondi. Vai in cucina o in bagno, per una breve pausa, fallo ! Quando senti di aver ripreso il tuo controllo emotivo, puoi tornare e cercare di aiutare tuo figlio a fare lo stesso.

  • 2. Fraintendere le difficoltà che vive il figlio con ADHD
    È difficile per i genitori ricordarsi sempre che i bambini con ADHD stanno cercando di fare il meglio che possono, mentre vivono quotidianamente con importanti sfide di Funzionamento Esecutivo. Quando tuo figlio dimentica di nuovo il suo libro o il compito di storia, sta lottando con la sua memoria di lavoro e l’organizzazione, non vorrebbe apparire solo pigro, superficiale o smemorato.

Soluzione: avere comprensioneRicorda i bambini con ADHD dove sono, non dove pensi che dovrebbero essere. Inizia avendo comprensione anche per te. Se accetti le tue debolezze, sarà più facile accettare quelle del tuo bambino . I bambini con ADHD hanno bisogno di più tempo per sviluppare le necessarie abilità che la vita richiede, più tempo di quanto evidentemente ci si aspetta.

  • 3. Imporre regole e soluzioni
    I bambini con ADHD, come i bambini più piccoli, si fissano spesso sulle loro idee anche se non funzionano. Che sia a scuola – un luogo in cui spesso affrontano sfide sociali, accademiche o emotive – o a casa, sentono quindi costantemente, dagli adulti e dai loro compagni, che dovrebbero fare diversamente e non come gli dice  di fare il loro cervello.

Soluzione: incentivare la collaborazione. Quando i genitori o gli insegnanti, includono le opinioni dei bambini con ADHD nei loro sforzi per affrontare i problemi, c’è spesso più consenso e collaborazione. Collaborazione significa quindi: lavorare insieme a tuo figlio per trovare soluzioni alle sfide quotidiane, invece di imporre direttamente le regole. Questa collaborazione offre un atteggiamento di “noi” anziché di “tu“. E, pur avendo come adulto l’ultima parola, questo atteggiamento può motivare/migliorare la collaborazione.

  • 4. Negoziare e arrendersi
    I bambini con ADHD, nonostante le loro proteste, prosperano sulla routine e sulla prevedibilità. Quando i genitori lottano  per primi nell’ attenersi ad un piano comportamentale, o improvvisano spontaneamente una punizione, è fonte di grande confusione. Questo vuol dire che se i figli tormentano troppo si tende ad arrendersi.

Soluzione: rimanere il più possibile coerente, senza puntare alla perfezione. Dare messaggi chiari e relative conseguenze, per lo stesso comportamento, il più spesso possibile. Genitorialità coerente significa: non minacciare, né dare conseguenze ai bambini/adolescenti con ADHD che non sia possibile applicare, ricordare o supportare. I bambini con ADHD combattono quotidianamente con l’apprendimento per tentativi ed errori e traggono quindi vantaggio nell’avere obiettivi chiari che non vengano facilmente rinegoziati dal “calore” di un momento. Coerenza non vuol dire però inflessibilità: per es. si può sospendere eccezionalmente una regola per un’occasione specifica, spiegandolo però chiaramente e anticipatamente.

  • 5. Concentrarsi solo sui risultati e non sugli sforzi
    Molti genitori, comprensibilmente, vorrebbero vedere cambiamenti immediati nei comportamenti dei loro figli, quando danno un feedback o iniziano un piano comportamentale. Ma riprendendoli troppo spesso per i loro ripetuti fallimenti, perdono inevitabilmente motivazione e slancio.

Soluzione: riconoscimento dei progressi con la celebrazione. Non si intende di fare applausi ogni volta che il figlio si ricorda di fare bene qualcosa, ma di: strizzare l’occhio, dare una carezza sulla testa, un batti “5”, o un semplice “grazie“… trasmettono così due messaggi importanti: ho notato il tuo sforzo e sono contento di te. Gli studi confermano che usare maggiormente i commenti positivi, rispetto a quelli negativi, fanno una grande differenza nel modificare i cambiamenti comportamentali.

Le cinque C della genitorialità potrebbero aiutare la tua famiglia  a spostare l’attenzione da ciò che non funziona – con conseguente rabbia e delusione – alla costruzione di empatia e cooperazione, allenando le abilità essenziali del Funzionamento Esecutivo e per promuovere con più efficacia il successo di tuo figlio.

Tratto, adattato e tradotto liberamente da:

http://www2.philly.com/philly/health/kids-families/5-common-mistakes-parents-make-with-their-adhd-kids-and-how-to-fix-them-20180806.html

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...