ADHD E L’ “EFFETTO REBOUND”

safe_image


Sopravvivere al crollo dei medicinali dopo la scuola (“effetto rebound”) Questo è spesso l’unico effetto del farmaco – e non gli aspetti positivi dell’aiuto che da nel gestire i sintomi – che molti genitori vedono quando il bambino torna a casa da scuola.

Tuo figlio torna a casa da scuola mentalmente esausto, fisicamente irritabile e affamato – tutto nello stesso momento in cui anche le sue medicine per l’ADHD stanno svanendo.

Di seguito alcune  strategie di sopravvivenza suggerite da Terry Matlen, esperta dell’ADHD.

Quando parlo con i genitori alle conferenze ADHD, dico sempre:Preparativi allo stress del pomeriggio, dovete avere un piano“.

Noi genitori sappiamo che si tratta di una corsa sulle montagne russe da quando i bambini con ADHD tornano a casa da scuola fino a quando non vanno a letto. Il primo pomeriggio probabilmente  è il momento più difficile della giornata per i nostri bambini – e il resto della nostra famiglia.

Questo non ci dovrebbe sorprendere. I bambini entrano dalla porta mentalmente esausti, fisicamente irritabili e affamati… Inoltre, l’effetto dei loro farmaci sono svaniti, causando il ritorno dei sintomi dell’ADHD in tutto il suo splendore – il che significa iperattività, disattenzione e crolli emotivi crolli.
Il mio piano dopo-scuola è stato quello di dare subito a mio figlio uno spuntino sano e veloce nel momento in cui arriva a casa… e poi scomparire dalla sua vista. Qualunque cosa al di là di un semplice: “Ciao” avrebbe scatenato uno scoppio d’ira. Aveva bisogno di avere tempo per se stesso.

Ecco alcune altre cose che hanno contribuito a ridurre le ripide discese delle montagne russe nei miei primi pomeriggi:

Non stressare eccessivamente il tuo bambino per fare subito i compiti. Ha lavorato almeno il doppio dei suoi compagni di scuola senza ADHD e ha bisogno del doppio di tempo di inattività. Abbiamo adattato una piccola stanza  per nostro figlio, attrezzata solo con sedie beanbag, videogiochi, puzzle e un tavolo da gioco per isolarsi tranquillamente e smaltire il suo stress.
• Gli sbalzi d’umore con irritabilità, rabbia e sfida sono comuni nei bambini che sono stanchi e affamati, non forzare quindi tuo bambino nell’accompagnarti in quell’orario a fare commissioni.
• Organizza piuttosto una breve attività fisica terapeutica. Un giro in bici, uyna passeggiata ma anche un gioco di arti marziali da fare con la Wii  possono essere modi efficaci per allentare la tensione e l’ iperattività.

Parla con lo specialista di tuo  figlio per valutare un secondo dosaggio del farmaco per il pomeriggio. Molti bambini ne beneficiano perché  li aiuta a concentrarsi e a mantenere il controllo. Ricorda, a nessun bambino piace sentirsi fuori controllo.
Guarda cosa mangia tuo figlio. Gli alimenti  ricchi di proteine aiuteranno a bilanciare l’umore di un bambino meglio degli alimenti ricchi di carboidrati semplici.
• Fatti aiutare da un amico, assumi un tutor, o uno studente delle scuole superiori per aiutare tuo figlio con i compiti. Un non-familiare è di solito un aiuto migliore per i compiti rispetto ai genitori, che possono entrare in conflitto rapidamente con il figlio.
Siate realistici riguardo alle aspettative e non pretendete MAI il comportamento e il rendimento scolastico come i  fratelli senza ADHD.

Tratto, adattato e tradotto liberamente da:

https://www.additudemag.com/meltdowns-after-school-when-adhd-meds-wear-off/?utm_source=facebook&utm_medium=social&utm_campaign=parent

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...