ADHD e GIOCHI “TERAPEUTICI” DA PROVARE A CASA

I genitori possono aiutare i loro figli ( fino a 10 anni) a gestire comportamenti problematici attraverso giochi di recitazione/fantasia

Molti bambini si esprimono meglio attraverso il gioco di fantasia.
Utilizzando giochi e attività mirate è possibile insegnare tecniche comportamentali importanti.

Di seguito un esempio di gioco “terapeutico” da provare a casa:

  • Impostare un limite di tempo di 10-15 minuti (usando anche il timer) una volta al giorno, perchè con tempi più lunghi si corre il rischio della caduta di attenzione del bambino e subentra per il genitore la frustrazione.
  • Utilizzare i giocattoli presenti in casa come oggetti di scena, suggerendo che li si userà per inventare una storia.
  • Iniziare con : “C’era una volta …” e lasciate che il vostro bambino cominci a recitare la sua storia.
  • Inserite strategicamente nella storia esempi di comportamenti sociali che sapete più gli creano difficoltà a casa o a scuola.
  • Interagite con il bambino incoraggiandolo a provare, attraverso il giocattolo parlante, un comportamento sociale negativo e poi positivo, per sperimentare le diverse conseguenze.

Tutto questo perché ì bambini con ADHD sono più sensibili alle “correzioni” quando non sono dirette personalmente contro di loro (in questo caso verranno fatte quindi al personaggio di fantasia)

  • Ogni volta che il bambino comincerà a distrarsi, parlate direttamente al gioco/personaggio dicendo: “Ero veramente interessata a questa storia…Dimmi cosa succede dopo ? “.
  • Dopo il periodo di tempo impostato di 10/15 minuti (suonerà il timer) concludete la storia dicendo: “Oh, sta facendo buio…è arrivato il momento per ( dite il nome di fantasia del giocattolo) prepararsi e andare a letto“, oppure:
    la mamma di ( nome di fantasia del giocattolo) lo sta chiamando per tornare a casa per la cena !
    Prendere un altro minuto per finire la storia e mettete via i giocattoli di scena, dandovi l’appuntamento per il giorno dopo.

Tratto, adattato e tradotto liberamente dal sito : ADDItude.org

N.B. Per i più grandicelli consiglio di proporre il gioco da tavolo “C’era una volta”

invitando magari a casa un paio di amici di vostro figlio, o giocandoci in famiglia, dopo cena, o durante le vacanze.
Segnalo il link dove poter leggere tutti i dettagli del simpatico e coinvolgente gioco di ruolo!

https://educereludendo.blogspot.it/…/cera-una-volta-che-la-…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...