ADHD E DISGRAFIA

Disgrafia-e-disortografia-1200x800.jpg

La disgrafia è una disabilità dell’apprendimento che a volte accompagna l’ADHD e influenza le capacità di scrittura e l’ortografia.

Gli insegnanti di mio figlio pensavano fosse pigrizia, ma mentre lui faceva i compiti lo vedevo sforzarsi moltissimo per scrivere. Lavorava lentamente, cancellava molto e piangeva. Un giorno, dopo aver lottato per scrivere un testo per due ore, gliel’ ho fatto digitare al computer. Aveva finito in 20 minuti.

La disgrafia colpisce la scrittura, l’ortografia e la capacità di mettere pensieri sulla carta. Rende il processo di scrittura lento e il prodotto spesso illeggibile. Scrivere con un prolema di disgrafia può richiedere uno sforzo tale che un bambino può dimenticare anche ciò che voleva scrivere.

L’atto di scrivere aiuta la maggior parte di noi a ricordare, organizzare ed elaborare le informazioni e i bambini che lottano con i meccanismi della scrittura spesso non riescono a finire come i loro coetani. 

Ottenere un aiuto

Se il tuo bambino ha problemi persistenti con la scrittura consulta uno specialista con esperienza nel disturbo. Se gli viene diagnosticata un disturbo di disgrafia, informa la scuola per ottenere una riduzione di testi scritti a mano e tempi supplementari per i test.
Il bambino può  beneficiare di lavorare con un terapista occupazionale sulla formazione delle lettere, sulle abilità motorie e sulla scrittura corsiva.

Tratto, adattato e tradotto liberamente da: https://www.additudemag.com/dysgraphia-in-children-with-adhd-signs-and-symptoms/

STRATEGIE E STRUMENTI COMPENSATIVI

Fortunatamente, esistono strategie per aiutare i bambini con disgrafia, a scuola e a casa. Per facilitare infatti la scrittura ai bambini disgrafici (per un aiuto visivo nello scrivere lettere, numeri e operazioni in colonna) che possono tranquillamente essere usati:

  • Quaderni speciali. Sono quaderni con particolari rigature (e con le pagine di maggior spessore). Ne esistono di diverse marche, fra le quali i Quaderni QI Pigna, i Quaderni speciali e i Quaderni Erickson.
  • Impugnature. Sono strumenti che aiutano a impugnare correttamente matite e pastelli per scrivere con meno sforzo e una postura rilassata. Si possono trovare molti modeli digitando  sul web: “impugnatura per matite”.
  • Registratore Si può registrare le spiegazioni scolastiche, o anche solo l’elenco dei compiti assegnati, con lo smartphone, ma è preferibile usare un registratore digitale con un buon microfono, se possibile. Sia per la migliore qualità audio, sia per evitare possibili complicazioni (l’uso inappropriato dello smartphone in classe da parte di tuo figlio, o dei suoi compagni, ecc.). Il garante della privacy nella guida La scuola a prova di privacy ha eliminato ogni dubbio sulla legittimità delle registrazioni in classe ad uso personale, per chi ha diagnosi di DSA (Disturbi Specifici di Aprrendimento)
  • Videoscrittura Il computer e gli altri apparecchi elettronici che arricchiscono la nostra vita quotidiana sono doppiamente utili per i ragazzi con Disgrafia. Consentono loro di esprimere al meglio le proprie potenzialità. Questi strumenti, attrezzati con software specifici, possono anche permettere di scrivere con la voce, cioè dettando. Inoltre, non dobbiamo dimenticare l’uso del registratore e di un altro strumento molto sofisticato come la SMARTPEN, al servizio di chi ha difficoltà a scrivere manualmente.

La SMARTPEN è uno strumento per gli adolescenti che consente, in abbinamento a particolari quaderni, di prendere appunti e contemporaneamente registrare le spiegazioni. Al momento di rivedere gli appunti, dove si riscontrassero “buchi” perchè non si è stati abbastanza rapidi a scrivere, ovvero parti incomprensibili, perchè magari si è scritto male, sarà possibile riascoltare la spiegazione esattamente nel punto indicato dagli appunti. Il testo scritto è sincronizzato alla registrazione. Questo è reso possibile dalla carta isometrica di cui sono fatti i quaderni.

index

CONSIGLI PER GENITORI:

  • Avvia il prima possibile tuo figlio all’uso del computer come strumento di scrittura
  • Fai usare software che lo aiutino a impratichirsi della tastiera giocando e divertendosi (il vero modo che consente di imparare) allenandolo a digitare con dieci dita.
  • La videoscrittura dovrebbe sempre essere abbinata a un buon programma di sintesi vocale.

Di seguito una selezione di programmi che allenano nell’uso della tastiera:

Scrittura veloce: gratuito; vari giochi da fare online, per diventare più veloci a trovare le lettere sulla tastiera.

Alphattak: gratuito; digitando le letter sulla tastiera si impedisce alle bombe di distruggere la città. Il sito è strapieno di pubblicità: consiglio di scricare un software per bloccarle (io uso l’estensione gratuita Chrome ublock origin, ma immagino esistano soluzioni analoghe per gli altri browser)

Di seguito una selezione di programmi per imparare a scrivere con tutte le dita:       

Tutore dattilo: gratuito; un software “serio” per impadronirsi delle tecniche della dattilografia (quindi, imparando a digitare usando tutte e 10 le dita). Ne esiste anche una versione per bambini e nel documento che ho linkato viene spiegato come scaricarlo sul PC.

10 dita: gratuito; un software con esercizi graduati per impadronirsi dell’uso della tastiera, pensato per gli ipovedenti.

Sense-lang: gratuito; Adatto ad adolescenti. Un programma “serio” ma completo per imparare la dattilografia senza scaricare niente sul PC. . Sul sito si può misurare la propria velocità all’inizio e via via dopo aver seguito le lezioni del corso. Inoltre, ci sono giochi e gare divertenti per potenziare gli apprendimenti.

Scrivere con la tastiera: a pagamento. libro + software Erickson; divertente e adatto per bambini dalla terza elementare in su.

NB. Alleggerire bambini e ragazzi della fatica che costa loro la scrittura a mano, ha lo stesso significato di fornire la calcolatrice a chi ha un disturbo di discalculia: si elimina la parte meno nobile di un’attività (quella che può essere svolta anche da uno strumento creato dall’uomo, come il computer), lasciando più spazio alla parte nobile, cioè a quella che nessuna macchina potrà svolgere al posto dell’uomo.

Le energie cognitive sono limitate: se ne spendiamo la maggior parte in compiti poco significativi ne restano poche per i compiti davvero importanti, come ragionare su un problema, inventare un racconto, progettare, organizzare e scrivere la tesina per la maturità, ecc.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...