ADHD: CAMBIARE E SOSTENERE IL FOCUS

Sustaining-focus-300x294

Se dici “ADHD“, alla maggior parte delle persone immediatamente viene in mente “mancanza di concentrazione“… questo bambino non può prestare attenzione. La sua mente vaga; è facilmente distratto.

La mancanza di attenzione è un segno e un sintomo di ADHD, ma è solo una parte della storia. La dottoressa Kathleen Nadeau, psicologa e autrice, dice: “Un modo migliore di comprendere  le persone con ADHD è che hanno un’attenzione disinteressata“.

Cosa significa questo per i bambini e i loro genitori? In che modo l’uso di sistemi e strutture può aiutare a regolare l’attenzione? C‘è un modo per rendere più facili i compiti a casa e l’ora di andare a letto?

I cervelli con ADHD sono cablati in modo diverso. Non è una questione di forza di volontà o di necessità di “prestare attenzione“. Le funzioni esecutive sono un insieme di processi che coinvolgono l’autoregolamentazione e l’organizzazione e quando si ha l’ADHD, non funzionano perfettamente. Sono questi deficit che spesso influenzano la concentrazione.

Difficoltà di spostare la messa a fuoco

Ti sei mai chiesto perché tuo figlio non può fare una pagina di un compito di  matematica, ma può passare 3 ore a giocare ai videogiochi? Ci sono alcuni motivi per questo: uno è che è molto più divertente! E in secondo luogo, è difficile per i bambini con ADHD spostare l’attenzione in un’altra area solo con la volontà.

L’esperto Russell Barkley, professore di Psichiatria e Pediatria presso la Medical University of South Carolina a Charleston, spiega bene: “Se stanno facendo qualcosa di cui godono, o trovano psicologicamente gratificante, tenderanno a persistere in questo comportamento, mentre altri normalmente riescono a passare facilmente ad altre cose. Il cervello delle persone con ADHD è attratto da attività che danno un feedback immediato. “

E come faccio a far chiudere un videogiocoa mio figlio quando è così preso ?

Una struttura che possiamo mettere in atto è una strategia di transizione:

  • Avvisare che impostate il timer 10 minuti prima d’interrompere il gioco e che quando suonerà ricorderà che è ora di concludere. Impostare altri 5 minuti di timer ripetendo a vostro figlio che quando suonerà dovrà a quel punto assolutamente chiudere, o lo farete voi senza esitazione. In questo modo faciliterete la transizione con una strategia di supporto.

Spesso i genitori pensano, “Il mio bambino è però abbastanza grande da non dovergli ricordare continuamente che è ora di andare a letto”.La realtà è che i bambini con ADHD hanno 3-5 anni di ritardo EMOTIVO E COMPORTAMENTALE rispetto ai loro coetanei. Hanno bisogno che noi teniamo conto di questa immaturità, fino a quando svilupperanno le competenze e i mezzi per farlo da soli.
La loro funzione esecutiva si sviluppa più lentamente e spesso non sono in grado di riconoscere cose apparentemente “semplici“, come quanto tempo è passato. Hanno bisogno di strutture e sistemi per orientarsi e dirigere la propria attenzione.

Spostare la nostra attenzione per mantenere l’attenzione. Questa è un’altra area di sfida per i bambini con ADHD e i loro genitori.  Per esempio..

tuo figlio sta lavorando su un compito a casa e ci sta mettendo molto tempo. Diventa difficile per lui continuare. Comincia a distrarsi. Il suo cervello è in preda alla noia – non sta ricevendo quel feedback o stimolazione istantanei di cui ha bisogno per continuare – quindi diventa più facile per lui spostare la concentrarsi su qualcos’altro, qualsiasi altra cosa, che non ai suoi compiti. Improvvisamente la matita che ha in mano è affascinante e comincia a giocherellarci sul tavolo. O un uccello che fuori sta passando è diventa interessante e gli crea un’avventura mentale. Ecco…il  compito che stava svolgendo è presto dimenticato.

Che tipo di struttura puoi mettere in atto per aiutare il tuo bambino a concentrarsi maggiormente sui compiti e meno su tutto il resto? 

  • Provare l’uso di un allarme su un telefono o un orologio. Ogni 10 minuti, vibra. Questo può ricordare a tuo figlio di  chiedersi: “Sono ancora sul compito? Sto facendo ciò che devo fare? ” L’obiettivo dell’allarme è aumentare la consapevolezza di dove si trova e se si sta concentrando su ciò che dovrebbe fare.
  • Un altro sistema facile è semplicemente fare una pausa ogni 30 minuti circa. Può correre, saltare o guardare un video che duri un tempo concordato con l’uso del timer, prima di rimettersi si nuovo sui libri. Questo può alleviare la noia e facilitare la concentrazione.

La buona notizia per i genitori è che quindi ci sono strategie e strutture che possiamo mettere in atto per garantire che i nostri figli mantengano l’attenzione in modi appropriati, sani ed efficaci e che possiamo contribuire a rendere queste aree di sfida più gestibili.

Tratto, adattato e tradottto liberamente da:

https://impactadhd.com/overcome-school-challenges/shifting-and-sustaining-focus-for-kids/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...