ADHD: FORMULE PER IL SUCCESSO

Orange-treccia-orgoglioso-adhd-mamma-zia-sorella-nonna-awareness-bracciale-multi-strati-di-cuore-mamma-famiglia.jpg_640x640.jpg

Condivisione di una testimonianza…da mamma a mamma.

Non siamo solo mamme. Siamo le persone più importanti nel campo dell’educazione dei nostri figli, in particolare se hanno l’ ADHD.

Quando ti stanno per nascere dei figli hai questa visione idilliaca di come sarà la tua  vita con loro. Pensi di star seduta in giardino e che i bambini giocheranno bene davanti ai tuoi occhi e faranno come gli dici.
E poi ti nasce un  figlio con ADHD e pensi “oh mio Dio, cosa è successo? Perché questo bambino non mi ascolta e non mi risponde  come fanno gli altri? “E cominci a ricevere commenti tipo:” Non riesci ad educare tuo figlio? Non sei un bravo genitore…E cominci a crederci.

Penso che sia la cosa più terribile da affrontare, avere figlio che ami ma che non sai come gestirlo/crescerlo. E’ davvero, davvero molto frustrante.

Voglio quindi condividere con voi quello che ho imparato, come madre di figli con ADHD e che ci ha portati ad avere un discreto successo e serenità nella vita:

  • Formazione dei genitori: renditi la persona più esperta riguardo al tuo bambino e alle sue condizioni. L’esperto Prof. Russell Barkley afferma che il trattamento di prima linea per l’ADHD è la formazione dei genitori. Nessun altro lo farà per te. Come si fa? Attraverso Gruppi di supporto di altri genitori con cui condividere progressi e fallimenti (anche nel web). Non puoi allevare questi bambini da sola. Non funziona. Vai alle conferenze. Vai ai seminari di parent-training. Formati sulla problematica di tuo figlio.
  • Diventa l’esperta di tuo figlio: cerca di conoscere davvero tuo figlio. Cosa gli piace o no. Anticipa come potrebbe reagire e fai il possibile per evitare situazioni in cui fallirà. Alcuni adulti pensano e dicono “i nostri figli devono fare quello che vogliamo – perchè siamo i loro genitori“. Beh, non stanno certo parlando di bambini che hanno molti problemi sensoriali, emotivi e comportamentali , mentre tu  invece devi tener conto della presenza di tutto questo per fargli evitare di sperimentare situazioni di fallimento.
  • Diventa l’avvocato di tuo figlio – Sei tu quello che devi assicurarti che tuo figlio riceva adeguata istruzione. La scuola è forse il posto che possono arrivare ad odiare di più. La scuola in generale non è progettata per bambini con ADHD, ma loro devono trascorrere gran parte della loro vita in quell’ambiente. Quindi dovrai andare a scuola, informare gli insegnanti del disturbo di tuo figlio, che a volte possono non avere la minima idea di cosa fare. Mantieni un dialogo positivo, cercando di restare nel  tuo ruolo di genitore e crea un contatto fra gli specialisti e gli insegnanti per aiutarli nelle difficoltà che anche loro si ritrovano ad affrontare con tuo figlio. Comprensione, solidarietà ma anche tenacia nel far valere i suoi diritti di studente con diagnosi.
  • Segui un modello di ruolo positivo – Con questi bambini bisogna osservare maggiormente un buon comportamento per fargli imparare buoni valori e abilità, anche se con molta più fatica. Saranno avvantaggiati se in casa avranno comportamenti positivi al posto di grida o forme di  umiliazione e aggressività.
  • Allena la pazienza – Questa è fra le cose più difficili. Un bambino con ADHD ha bisogno di una buona qualità di rapporto con i suoi genitori – fa incredibilmente bene alla loro autostima. Le conversazioni più sorprendenti si verificano spesso in macchina, perché non è necessario stabilire un contatto visivo e i bambini devono semplicemente parlare. A volte parlano però così tanto che ti fanno impazzire, ma ascolta… se non sei d’accordo con qualcosa, non sempre devi discutere e convincerli. Lascia che mantengano i loro punti di vista. Non cercare di prendere sempre il controllo. A volte, su argomenti non particolarmente importanti, devi proprio lasciarli vincere e fargli percepire una sorta di piccolo successo.
  • Trova l’isola di competenza di tuo figlio – Devi sostenere le loro speranze e i loro sogni. Investire in loro e in cosa sono bravi. Ogni bambino ha un dono – devi solo trovarlo. Non lasciare che si demotivano nel raggiungere i loro obiettivi. Scopri in cosa sono bravi e investi in quello. È molto importante: Tu potresti essere l’unica persona che possa farlo accadere per loro.
  •  Dai Amore incondizionato – fallo sapere (diglielo e ripetilo) ai tuoi figli che li ami e che credi in loro. Questa è fra le cose più importanti, perché i nostri ragazzi devono sentirsi al sicuro e devono capire che anche se falliscono, tu sei lì come una roccia per loro, che sarai lì per aiutarli a riprendersi. Sempre.
  • Insegna la consapevolezza di sé: dobbiamo rendere i nostri bambini ben informati sul loro disturbo/condizione. Devono capire l’impatto che il loro comportamento ha sulle persone che li circondano. Devono sapere cosa si prova anche ad essere sul lato opposto…di chi impatta con i sintomi dell’ADHD.
  • Insegna la resilienza – Mio figlio un giorno a qualcuno ha detto: “Non sono nato resiliente, è mia madre che mi ha insegnato a resistere.” I nostri figli vengono spesso scoraggiati, ancora e ancora…e devono essere in grado di riprendersi. ”

tratto, adattato e tradotto liberamente da:

https://impactadhd.com/manage-emotions-and-impulses/bilbow-formula-for-success/

Mamma Andrea Bilbow – Presidente Associazione ADHD Europe:

Andrea Bilbow è fra i  fondatori della Chief Executive National Disease Deficit Disorder Servizio di informazione e supporto (ADDISS), il gruppo nazionale di difesa dei pazienti con ADHD nel Regno Unito. Negli ultimi 25 anni ha supportato le famiglie colpite dall’ ADHD e sviluppato programmi per formare insegnanti e professionisti per offrire programmi di gestione del comportamento. Tramite ADDISS detiene la licenza del Regno Unito per il programma “Magic 1 2 3” ed è anche coinvolta in numerosi studi di ricerca internazionali.

Attualmente è Presidente dell’ Associazione ADHD Europe:

LINK di approfondimento: https://www.adhdeurope.eu/adhd-europe/meet-the-board/andrea-bilbow-obe/

 

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...