ADHD E LE RELAZIONI TRA PARI

index
Le difficoltà comportamentali legate all’ADHD possono influenzare i comportamenti sociali

I bambini con disturbo da deficit di attenzione e iperattività spesso incontrano problemi nelle loro relazioni con i coetanei. Come genitore, può essere molto difficile vedere tuo figlio lottare per creare e mantenere amici. Potresti scoprire che tuo figlio/a non riceve inviti a feste di compleanno di compagni di classe e che gli venga  raramente chiesto di giocare insieme. Per lui/lei questo rifiuto e isolamento possono essere molto dolorosi nel tempo.

Affinché le amicizie possano crescere ed essere mantenute, un bambino deve essere in grado di:

  • controllare gli impulsi, fare a turno, cooperare, condividere, ascoltare, essere empatici, attenti e concentrati, comunicare efficacemente con gli altri, essere consapevoli e rispondere ai segnali sociali, avere la capacità di risolvere i problemi/situazioni e risolvere i conflitti che si presentano – tutte le aree di competenza che di fatto sono impegnative per un bambino con ADHD.


In che modo le difficoltà correlate all’ADHD influenzano i comportamenti sociali.

I bambini con ADHD spesso interagiscono in modi che possono provocare reazioni negative da parte dei compagni.

  • Alcuni potrebbero cercare di dominare il gioco o impegnarsi in modi troppo aggressivi, esigenti e intrusivi.
  • Possono avere difficoltà ad unirsi ai coetanei nelle cose che i loro pari amano fare.
  • Possono voler creare il proprio insieme di regole, o impegnarsi in modi prepotenti, “ingiusti” o non conformi e in generale potrebbero avere difficoltà a sapere come collaborare con altri bambini della stessa età.
  • Molti bambini con ADHD hanno difficoltà a raccogliere e leggere segnali sociali.
  • Possono annoiarsi facilmente e i loro problemi di attenzione e autocontrollo possono interferire con le opportunità di acquisire abilità sociali attraverso l’apprendimento osservativo.
  • Molti bambini con ADHD hanno anche difficoltà a gestire i sentimenti e possono diventare rapidamente sopraffatti, frustrati ed emotivamente troppo reattivi.

Le reazioni impulsive, iperattive e di inattenzione possono essere considerate dai loro coetanei non solo frustranti e irritanti, ma anche come una sorta d’insensibilità ai bisogni degli altri e quindi un bambino con ADHD ha più possibilità di essere ulteriormente evitato/rifiutato perchè ritenuto meno simpatico all’interno del gruppo.

Abilità apprese dai gruppi di pari.

Esperienze e relazioni all’interno di un gruppo di pari possono avere un effetto profondo sullo sviluppo di un bambino. Attraverso queste connessioni, un bambino impara come avere amicizie reciproche e come fare e mantenere relazioni sane con gli altri.

Attraverso gruppi di pari, un bambino impara le regole e le abilità dello scambio sociale, compresa la cooperazione, la negoziazione e la risoluzione dei conflitti.
Sfortunatamente, i sintomi dell’ADHD possono compromettere la capacità di un bambino di osservare, capire e rispondere al proprio ambiente sociale.

A causa delle difficoltà con l’autocontrollo, molti bambini con ADHD tendono a reagire senza pensare alle conseguenze del loro comportamento o dell’impatto che il loro comportamento può avere sugli altri. Inoltre, possono avere difficoltà ad imparare dalle esperienze passate.

Questo comportamento dirompente e apparentemente “insensibile” è spesso visto come intenzionale e deliberato; di conseguenza, il bambino con ADHD può essere etichettato come un “guastafeste“. Una volta bloccato con una simile etichetta, può diventare ancora più difficile per il bambino superare questa reputazione negativa e connettersi positivamente con i compagni, anche quando inizia a fare cambiamenti positivi nelle abilità sociali.

Alcuni bambini con ADHD si isolano a causa di ripetuti fallimenti nelle amicizie, provando sentimenti di diffidenza e reticenza verso gli altri. I problemi crescendo possono aggravarsi, perché quando i bambini evitano, o si isolano dagli altri, non hanno più l’opportunità di apprendere le capacità adattive e di conseguenza sviluppano sempre meno competenze tra pari.


Se tuo figlio ha problemi con le relazioni tra pari, sappi che è IMPORTANTE investire in strategie per risolverli  subito e a lungo termine !
La buona notizia è che puoi aiutare il tuo bambino a sviluppare queste abilità e competenze sociali.
Essere consapevoli delle difficoltà sociali  associate all’ADHD e capire come l’ADHD di tuo figlio ha un impatto negativo sulle sue relazioni è IL PRIMO PASSO di una lunga strada da percorre.
Tratto, adattato e tradotto liberamente da:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...