ADHD & AUTISMO – novità dalla ricerca

La+sostanza+del+cervello

Lo studio della sostanza bianca nel cervello può aiutare a spiegare la presenza dell’autismo e dell’ADHD

Una nuova ricerca collega le differenze nella sostanza bianca del cervello ai sintomi sia dell’ADHD che del disturbo dello spettro autistico, aprendo la porta a diagnosi più accurate.

L’ ADHD e disturbi dello spettro autistico spesso si sovrappongono; alcuni bambini con ADHD, che non si qualificano per una diagnosi di autismo, possono comunque avere tratti autistici – e viceversa. Ora, una nuova ricerca ha attribuito questa sovrapposizione ad anomalie simili nella sostanza bianca del cervello, trovando che questi bambini  hanno maggiori probabilità di manifestare sintomi più gravi di ADHD o autismo.

I ricercatori della NYU School of Medicine hanno esaminato il cervello di 174 bambini di età compresa tra 6 e 12. Cinquantacinque bambini erano stati diagnosticati con ADHD e 69 con autismo; i rimanenti 50 erano in genere bambini in via di sviluppo che fungevano da controllo. La maggior parte dei bambini di ciascun gruppo erano maschi. Tutti i bambini sono stati sottoposti a scansioni cerebrali per mappare la sostanza bianca nel loro cervello.

Le scansioni hanno rivelato che le anomalie strutturali nei fasci nervosi della sostanza bianca del cervello erano associate a sintomi più gravi sia dell’ADHD che dell’ autismo. Le differenze erano più dure nel corpo calloso, la più grande struttura della materia bianca nel cervello, che è responsabile della comunicazione tra i due emisferi del cervello.

Questi risultati suggeriscono che l’ADHD e l’ autismo possono avere origini condivise nel cervello, hanno detto i ricercatori, e potrebbero  aprire la possibilità di migliorare le procedure diagnostiche.

Poiché alcuni sintomi delle 2 condizioni sono talvolta simili,  vengono spesso scambiate tra loro,  con conseguente trattamento inefficace e tempo sprecato. Se i risultati dello studio possono essere replicati, i ricercatori hanno detto che potrebbero  aprire la strada a una migliore comprensione e diagnosi più accurate di ADHD e autismo.

Questo aiuterebbe i medici, quando stanno valutando un bambino con il dubbio  della presenza dei 2 disturbi, per capire cosa viene prima“, ha detto la dottoressa Adriana Di Martino, l’autore senior dello studio. “Ciò non accadrà fino a quando le differenze nella materia bianca non saranno più chiaramente comprese, ha detto ancora la ricercatrice, ma per ora è ottimista.

Questa ricerca ha implicazioni per gli approcci clinici e per le scoperte future“, ha  infine precisato. “ Speriamo che questo tipo di sforzo porti anche antri ricercatori a porsi queste  dubbi “.

Tratto, adattato e tradotto liberamente da:

https://www.additudemag.com/white-matter-in-the-brain-may-help-explain-autism-and-adhd/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...