ADHD E I “RIFLESSI PRIMITIVI” MANTENUTI

Understand-Conditions.jpg

Quali sono i riflessi primitivi mantenuti e come si relazionano con l’ADHD e altri disturbi dello sviluppo?

Quando una boccata d’aria ti soffia in faccia, sbatti le palpebre. Quando la tua mano tocca una stufa calda, la togli. Quando il medico ti tocca il ginocchio, la tua gamba calcia in avanti.
Queste azioni automatiche sono riflessi, reazioni fisiche involontarie a stimoli esterni o interni che agiscono sui nostri corpi.

I riflessi sono collegati a percorsi neurali specializzati che ci permettono di agire sui segnali prima che raggiungano il cervello – il che significa che possiamo reagire rapidamente a importanti segnali ambientali senza la necessità di un pensiero consapevole.

I neonati hanno il loro unico insieme di riflessi – noti come riflessi primitivi – che tipicamente scompaiono entro il primo anno di vita. Se i riflessi persistono oltre una normale linea temporale dello sviluppo, il bambino potrebbe mostrare sintomi come goffaggine, difficoltà motorie e irrequietezza.

Ecco cosa è necessario sapere su questi riflessi primitivi: perché esistono, come si connettono all’ADHD e come orientare un bambino verso la corretta linea temporale dello sviluppo.

Le risposte riflessive di un bambino sono ben documentate. Accarezzare per es. la guancia, lo farà girare verso il tocco e cercare di succhiare; mettere un dito nella sua mano glielo farà stringere forte. Queste interazioni deliziano i genitori e incoraggiano il legame, ma il loro scopo principale è quello di aiutare i bambini a mangiare, imparare e interagire con il mondo che li circonda, fin dal primo momento in cui sono nati.

Quando un bambino cresce, queste risposte infantili vengono sostituite da riflessi di livello superiore. I riflessi primitivi che una volta erano necessari diventano così superflui. Il riflesso di presa, per esempio, consente alle piccole mani del bambino di afferrare le cose secondo la necessità; una volta che le sue mani e le sue dita iniziano a maturare questo riflesso deve scomparire, in modo da sviluppare normali capacità motorie. I bambini che mantengono il riflesso di presa nell’infanzia – invece di sviluppare la successiva “presa a tenaglia” – possono lottare per tenere un pastello, girare una pagina, o nutrirsi da soli in un’età in cui è appropriato farlo.

Un bambino può mantenere i suoi riflessi primitivi per una serie di motivi. I bambini che saltano le pietre miliari dello sviluppo –  per es. camminando senza prima gattonare – possono essere più propensi a mantenere i riflessi primitivi.

Riflessi primitivi e ADHD
Come si manifestano questi riflessi più tardi nella vita di un bambino?

La ricerca suggerisce un collegamento a disturbi dello sviluppo neurologico come la dislessia e l’ADHD; diversi studi hanno scoperto che i bambini con diagnosi di ADHD hanno più probabilità, rispetto ai loro coetanei, di aver mantenuto i riflessi primitivi.

Due riflessi, in particolare, si ritiene portino un collegamento a sintomi tipo ADHD o ADHD.

  • Il riflesso Moro che induce un bambino a stringere forte la madre quando sente che sta cadendo e in genere scompare entro i primi sei mesi di vita. Un bambino che trattiene il riflesso Moro sarà ipersensibile a stimoli esterni, sussultare facilmente e potrebbe apparire irrequieto – i sintomi comunemente osservati nei bambini con ADHD.
  • riflessi-neonato-riflesso-di-moro.jpg
  • Il riflesso spinale Galant è l’altro riflesso strettamente legato all’ADHD e si verifica quando si accarezza la schiena di un bambino. Il bambino inarcherà i fianchi verso il tocco, un movimento che si ritiene incoraggi a progredire verso il gattonare. Se il riflesso di Spinal Galant viene mantenuto oltre i 12 mesi di età, può causare sintomi come enuresi del letto, difficoltà di concentrazione, problemi di memoria a breve termine o irrequietezza.
  • spinal-galant-reflex.png

Uno studio, pubblicato su Activitas Nervosa Superior nel 2012, ha rilevato che i ragazzi con ADHD erano più propensi  a mantenere entrambi i riflessi Moro e Spinal Galant. Gli autori hanno concluso quindi che “i sintomi dell’ADHD possono presentare una compensazione di fasi di sviluppo non completate“.

Trattamenti/suggerimenti per riflessi primitivi trattenuti

  • Riflesso Moro: fare sedere  bambino su una sedia con i pugni chiusi e le braccia e le gambe incrociate. Chiedigli di allungare le sue membra come una stella marina, mentre apre i pugni e appoggia la testa all’indietro. Far mantenere la posizione per cinque-sette secondi e chiedere al bambino di tornare nella prima posizione, chiudendo di nuovo i pugni e cambiando la direzione degli arti incrociati. Ripetere questo esercizio per 5 o 6 volte di seguito.
  • Riflesso spinale Galant: chiedere al bambino di sdraiarsi sulla schiena e muovere le sue membra in una forma di “angelo della neve“, finché le sue mani si incontrano in cima alla sua testa e i suoi piedi si uniscono. Fatelo cinque volte di seguito, almeno 2 volte al giorno, fino a quando il riflesso di Spinal Galant non può più essere provocato accarezzando la regione lombare. L’obiettivo di questo esercizio è di muovere tutti e quattro gli arti alla stessa velocità, per poi incoraggiare il  bambino a progredire nel movimento il più lentamente possibile.

Il cervello è estremamente plastico, il che significa che può cambiare, nel bene e nel male, praticamente a qualsiasi età. I bambini che sono rimasti indietro nello sviluppo sono spesso in grado di recuperare il terreno perduto, se ricevono una guida adeguata. Non possiamo prevedere se i trattamenti per i riflessi primitivi mantenuti avranno un impatto incisivo sui sintomi correlati all’ADHD, ma molti genitori hanno riportato un miglioramento significativo in seguito ad una mirata terapia occupazionale.

Indipendentemente da ciò, gli esperti dicono che i benefici di rinvigorire i percorsi neurali del bambino e di spingerlo verso una corretta linea temporale dello sviluppo sono significativi. Anche dopo aver superato i suoi riflessi primitivi, un bambino può lottare con la focalizzazione e l’iperattività. Ma impegnando e rafforzando il suo sistema nervoso centrale, si può massimizzare il pieno potenziale del suo cervello.

Tratto, adattato e tradotto liberamente da:

https://www.additudemag.com/retained-primitive-reflexes-and-adhd-symptoms-treatment/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...