TECNICHE DI INTERVENTO COMPORTAMENTALE

3

Le tecniche dell’intervento comportamentale del genitore/insegnante si basano sulle conseguenze del comportamento del bambino.

Gli interventi sulle conseguenze sono interventi che tentano di modificare il comportamento attraverso l’applicazione di conseguenze positive o negative.

Le conseguenze positive aumentano la frequenza, l’intensità e/o la durata di un dato comportamento (come i premi), mentre quelle negative fanno diminuire la frequenza, l’intensità e/o la durata di un comportamento (come le sanzioni).

Le conseguenze positive, quando vengono applicate correttamente, possono essere molto efficaci per la modificazione del comportamento dei bambini con ADHD.

Il primo passo sarà quello di osservare le azioni del bambino al fine di determinare quali conseguenze possano essere veramente rinforzanti per il bambino, cioè quali premi, situazioni o azioni, risultando piacevoli, fortificheranno il comportamento desiderato.

L’intervento sulle conseguenze per il bambino iperattivo può essere svolto mediante alcune tecniche, tra le quali:

  • la Token economy
  • il Time-out (per interrompere una sequenza di comportamenti inadeguati)

Token economy

token-economy

L’istituzione di un sistema di Token a casa è abbastanza semplice. L’idea di base è che un figlio/alunno guadagna gettoni a seguito del raggiungimento di un obiettivo preventivamente concordato.

Se non riesce a raggiungere l’obiettivo non sono previste conseguenze negative; i gettoni vengono infatti assegnati solo al raggiungimento o al completamento dell’obiettivo identificato. I gettoni guadagnati una volta non possono mai essere portati via. Questo permette al bambino di formare un forte legame con le scelte positive e i benefici guadagnati.

Per costruire una Token efficace è necessario pensare attentamente alla modalità di presentazione della tabella, che dovrà contenere la descrizione degli obiettivi e delle relative ricompense e valutare in quale luogo affiggerla per renderla sempre visibile.

  • E’ importante limitare la quantità di obiettivi da raggiungere in una stessa sessione, preferibilmente non più di tre.
  • Gli obiettivi devono essere chiaramente identificati e scritti in un linguaggio che il bambino può capire.
  • E’ utile servirsi di suggerimenti visivi per facilitare la comprensione dell’obiettivo da raggiungere. Molti bambini ADHD infatti usano preferibilmente il codice visivo ed è bene in questo caso, ma anche in altre situazioni, tenerlo presente.

N.B. Un’app basata sulla Token economy

images2

Con la app Faccio il Bravo è possibile lavorare su più di un comportamento da modificare, laddove le abilità del bambino lo consentano, attraverso delle faccine che si illuminano quando il comportamento viene messo in atto. 

Faccio il bravo. Sviluppatore: Tookty. Supporto: iOS 8.0 o versioni successive. Compatibile con iPad. Lingua: inglese, italiano. Prezzo: 15,99 Euro.

LINK http://faccioilbravo.it/home/

Time-out

452dd4a3ef9b9cb2f20aa5b798ea89a5--cute-ideas-good-ideas

Il Time-out può essere utilizzato in due modi. Uno di questi è la tipica reazione ai comportamenti non voluti: “vai in camera tua per cinque minuti” o “stai seduto per cinque minuti in punizione”. Questo tipo di Time-out sarà vissuto dal bambino come una conclusione negativa o una punizione.

Probabilmente l’approccio più efficace è invece quello di pensare al time-out come a una pausa dai comportamenti poco funzionali del bambino. Quindi, non come una punizione, ma come ad un breve periodo di tempo che permette al bambino (ma anche al genitore e/o all’insegnante) di avere alcuni minuti per prendere le distanze dai comportamenti vissuti negativamente così da elaborarli e calmarsi.

Ciò che succede dopo il time-out è molto importante!

  1. Alcuni credono che, dopo un time-out e prima di ogni altra cosa, il bambino debba tornare e chiedere scusa.
  2. Altri invece concepiscono il time-out come un tempo trascorso per allontanarsi dai comportamenti negativi, per poi essere in grado di ricongiungersi alla classe o alla famiglia senza l’imbarazzo di dover chiedere scusa pubblicamente.

Questa seconda modalità è da preferire, perché permette al bambino di ricollegarsi più naturalmente all’attività che aveva dovuto interrompere ed evita i problemi (e gli inutili conflitti) legati al dover chiedere scusa.

L’USO DEL TIME-OUT A CASA E A SCUOLA:

Il metodo del TIME-OUT è mirato all’interruzione del conflitto e delle emozioni negative collegate ad un comportamento estremamente disturbante o distruttivo .

Questa  tecnica non va usata per comportamenti di semplice disattenzione o dimenticanza (tipica dei bambini con ADHD), ma va limitata solo per il controllo di comportamenti conflittuali, aggressivi e particolarmente oppositivi.

DISCORSO DI PREPARAZIONE AL TIME-OUT:

Iniziare spiegando l’importanza del comportamento positivo. Spiegare che verrà introdotto il time out come metodo per controllare la collera e “ per avere così successo nel controllo della rabbia”.

Spiegare che la rabbia è normale ma non è tollerabile l’uso dell’offesa fisica o verbale verso gli altri e che quindi questo non sarà permesso.
Spiegare che quando si vedrà un figlio/alunno andare troppo in collera con questo tipo di comportamento, verrà chiesto di andare nell’ area  time-out a riflettere.

E’ estremamente importante che il time-out resti un’occasione limitata nel tempo ( 1 min. per ogni anno di età), usando un timer, o una clessidra visibile al bambino e senza il protrarsi di rancori, per insegnare al bambino maggiore responsabilità sul suo comportamento e non per aumentare nel bambino la considerazione negativa di se stesso.

Bisognerà quindi tornare poi ad un atteggiamento positivo verso il bambino, appena il time out è finito, lodandolo enfaticamente se lo ha eseguito bene ed evitando di esibire sentimenti negativi per l’accaduto.

Il time-out sta funzionando bene solo se nel tempo aumentano le interazioni positive e ne diminuisce la necessità dell’uso…altrimenti sarà bene mettersi in discussione e fare un time-out a se stessi come educatori !

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...