ADHD & SUGGERIMENTI PER GENITORI E INSEGNANTI

22789198_10208084710515668_5150623346188593409_n

Normali regole e routine possono diventare quasi impossibili, a seconda del tipo e della gravità dei sintomi del bambino con ADHD, quindi bisognerà comprendere e accettare di adottare approcci diversi.

I genitori e gli insegnanti devono principalmente accettare il fatto che i bambini con ADHD hanno cervelli funzionalmente diversi da quelli di altri bambini, ma che possono ancora imparare ciò che è accettabile e ciò che non lo è, anche se il loro disturbo li rende più inclini ad un comportamento impulsivo.

Promuovere lo sviluppo di un bambino con ADHD significa modificare anche il proprio comportamento per  imparare a gestire i suoi limiti e le sue difficoltà.

Le tecniche comportamentali per gestire i sintomi di ADHD di un bambino devono essere costanti e coerenti, cercando di seguire le strategie previste per limitare il comportamento distruttivo e per aiutare il bambino a superare la sua insicurezza.

Principi di terapia comportamentale:

Ci sono due principi di base:

  1. incoraggiare e ricompensare un buon comportamento (rinforzo positivo).
  2. rimuovere i premi in conseguenza ai cattivi comportamenti, con conseguenze non estremamente punitive, stabilendo in anticipo le regole e le conseguenze.

Decidere insieme e in anticipo quali comportamenti sono accettabili e quali no.

L’obiettivo della modifica comportamentale è aiutare il bambino a considerare le conseguenze di un’ azione e controllare quelle troppo impulsive .
Ciò richiede empatia, pazienza, energia e forza da parte delle persone che si prendono cura di lui.

Si dovrà prima decidere con il bambino quali comportamenti non saranno tollerati e da quel momento mostrare coerenza: punire un comportamento un giorno e consentirlo il giorno successivo non farà migliorare il bambino.

Alcuni comportamenti dovrebbero essere SEMPRE inaccettabili, come l’ aggressione verbale e fisica, il rifiuto di alzarsi al mattino per andare a scuola, o di spegnere il televisore e gli strumenti tecnologici quando viene richiesto di farlo (se anticipatamente concordato).

Il bambino con ADHD ha però difficoltà a interiorizzare e attuare quotidianamente le regole. Le regole dovrebbero essere quindi poche, semplici /chiare e ricompensate quando vengono rispettate.

Definire le regole, ma consentire una certa flessibilità.

  • Accettare qualche compromesso: se il bambino ha completato 2 dei 3 compiti assegnati, accettare la possibilità che non sia riuscito a completarli tutti. È un processo di apprendimento e contano anche i piccoli passi/progressi.
  • È importante ricompensare costantemente i comportamenti buoni e scoraggiare quelli distruttivi, ma anche ricordare che i bambini con ADHD hanno difficoltà ad adattarsi ai cambiamenti richiesti e quindi permettere di commettere qualche errore mentre imparano. In particolare per quei comportamenti che non sono dannosi per il bambino o per gli altri, cercando di ignorarli se questi servono per rilasciare la sua energia repressa.

Gestire l’aggressività.

Scoppi aggressivi da parte di bambini con ADHD possono essere davvero un problema.
Il “Time-out” è un modo efficace per calmare allo stesso tempo adulto e bambino.
Il “Time-out” dovrebbe essere spiegato al bambino non come momento punitivo, ma come un momento per calmarsi e riflettere sul comportamento negativo che ha manifestato.

Creare struttura.

Seguire una routine quotidiana a casa e a scuola, evidenziandola anche con cartelloni con immagini:

A CASA – i momenti dei pasti, dei compiti, del tempo libero e del rituale per andare a letto.


A SCUOLA – il cambio delle materie, la pausa e le diverse attività.
IN ENTRAMBI I CASI:
  • Incoraggiare l’esercizio fisico. L’attività fisica brucia l’energia in eccesso in modo sano e può aiutare a diminuire l’impulsività. L’esercizio fisico può anche aiutare a migliorare la concentrazione e ridurre l’ ansia. Molti atleti professionisti hanno l’ADHD. Gli esperti ritengono che lo sport possa aiutare un bambino con ADHD a trovare un modo costruttivo per focalizzare la propria passione, attenzione ed energia.
  • Incoraggiare il pensiero ad alta voce. I bambini con ADHD possono perdere facilmente l’autocontrollo. Questo fa sì che parlino e agiscano prima di pensare.
    È importante capire il processo dei loro pensieri per aiutarli a frenare i comportamenti impulsivi, insegnandogli a verbalizzare ad alta voce quando sorge la voglia di agire.

Dimostrare fiducia.

Probabilmente il bambino con ADHD non si rende conto dello stress che la sua condizione può causare. È importante però rimanere con lui positivi e incoraggianti riguardo al suo futuro.
Rimanere quindi semplicisti, cercando di affrontare i problemi giorno per giorno, con una giusta prospettiva.
Ciò che è stressante o imbarazzante oggi, potrebbe svanire e non accadere domani.

Mantenere la calma.

  • Non si può aiutare un bambino impulsivo se per primi perdiamo facilmente la pazienza.
  • Prendersi sempre il tempo per respirare e raccogliere i pensieri prima di tentare di riappacificarsi.
  • Più si è calmi più la reazione punitiva sarà coerente e proporzionata con quanto accaduto.
  • Ricordarsi che il comportamento di quel bambino è causato/condizionato da un disturbo e non dalla volontà/premeditazione di voler fare arrabbiare.

Farsi aiutare.

  • E’ molto difficile crescere/educare un bambino con ADHD che può avere bisogno non solo di incoraggiamento ma anche di un aiuto esterno professionale.
  • Non bisogna aver paura di cercare aiuto/supporto per gestire lo stress e l’ansia che può generare un bambino con ADHD, per non diventare vittime dei suoi comportamenti.
  • La formazione con gli specialisti e i gruppi di mutuo aiuto locali possono essere un grande supporto emotivo e concreto per genitori e insegnanti.

tratto, adattato e tradotto liberamente da:
https://www.healthline.com/health/adhd/parenting-tips

Altro…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...