L’ADHD E’ UNA DIAGNOSI NON UNA IDENTITA’

il-concetto-di-adhd-ha-

 “lettera aperta per i giovani adolescenti con ADHD”

 

L’ADHD è la tua diagnosi, non la tua identità!
(di Sarah Emily Baum)

Per prima cosa non essere spaventato dalla parola “disturbo“.
So cosa stai provando.
La tua identità è stata plasmata dall’idea che tu fossi: intelligente e dotato, ma “senza voglia di studiare“.

Quindi, quando lo specialista ti ha detto: “Hai l’ADHD“, ci è voluto un pò di tempo per elaborare quelle parole e il suo significato.
Come era possibile? Tu non potevi avere l’ADHD… perché sei sempre stato considerato un “ragazzo intelligente“.

Ma i “disturbi comportamentali ” semplicemente non hanno a che fare con l’intelligenza.

Quando ci pensi ti sembra un paradosso.
Avevi lottato molto in questi anni per tenere la testa fuori dall’acqua.
Hai ottenuto buoni voti, ma con un alto costo del tuo benessere emotivo.

Non potevi immaginarlo.
Ti dicevano che eri “intelligente“, anche al di sopra della media.
Non avevi quindi bisogno di aiuto.

La paura adesso della possibilità che tu sia in qualche modo “meno intelligente” di quanto pensassi e che si possa offuscare la tua immagine, potrebbe farti rifiutare la terapia e i supporti previsti per l’ ADHD.

Ma crescendo la scuola e la società in generale aumenterà le sue aspettative nei tuoi confronti. Cerca di prendere il controllo della tua vita accettando questa realtà, ricordandoti che:

l‘ADHD è la tua diagnosi, non la tua identità !

L’ADHD non misura il tuo valore come persona e nemmeno la tua intelligenza.

Significa solo che hai alcune difficoltà in più da gestire, rispetto alla maggior parte dei tuoi coetanei.

Ma sono ostacoli assolutamente superabili.

Accetta l’ aiuto che ti offriranno i medici, i tuoi genitori, o gli insegnanti, quando le cose sembreranno andare male.

Non avrai a portata di mano per sempre queste possibilità.

E soprattutto, non lasciare che l’ADHD e le difficoltà che ne derivano soffochino il tuo amore per l’apprendimento !
Il tuo cervello è bello, unico e pieno di potenziale.

Nessuno è così intelligente da non aver mai bisogno di aiuto… nemmeno tu.

Anche con la diagnosi rimani comunque un “ragazzo intelligente“.

Rimani comunque la bella persona che sei sempre stata.

Tratto, adattato e tradotto liberamente da

https://www.additudemag.com/adhd-and-gifted-open-letter/

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...