ADHD & LA NOIA (a casa e a scuola)

34962513_10209410030527840_957459106333982720_n

 

Lamentarsi di sentirsi annoiato, di tanto in tanto, fa parte dell’ essere un bambino.
Ma per i bambini con ADHD la noia può essere un problema molto frequente, con ricadute negative nel suo contesto scolastico e sociale.

• La noia è una sensazione frequente e molto comune per i bambini con ADHD.
• La loro struttura cerebrale/chimica contribuisce ad provocare più facilmente la sensazione di noia
• Sentirsi “annoiati” però per i bambini con ADHD spesso non è dovuto ad un banale atteggiamento di pigrizia.

La noia non è un sintomo dell’ ADHD, ma è una sensazione molto più frequente nei bambini con ADHD, con la ricaduta di comportamenti che possono essere fraintesi.

La maggior parte dei bambini può resistere sino alla fine della lezione, finchè l’insegnante introduce un nuovo argomento. I bambini con ADHD spesso non possono fare altrettanto e sprofondano in una sensazione di “noia“, con conseguenti comportamenti di ricerca di attenzione, anche negativi.

I bambini con ADHD si lamentano spesso di annoiarsi, anche quando sono liberi di fare ciò che vogliono.
I loro genitori sentono spesso dire: “Mi annoio!” , durante i fine settimana e le vacanze scolastiche.
Questi bambini non sono pigri. E non stanno cercando di dare fastidio di proposito, lamentandosi.
Davvero non sanno come evitare di annoiarsi.

La noia e il cervello con ADHD:

I bambini con ADHD sono particolarmente predisposti per l’eccitazione e la novità, alla ricerca costante di stimoli.
Questo non è solo un semplice tratto della personalità ma alla particolare struttura e alla composizione chimica del loro cervello.

Durante una tipica lezione a scuola, molti bambini potrebbero trovarla un pò noiosa, ma sanno che sono lì per imparare e possono prendere la decisione CONSAPEVOLE di stare seduti e ascoltare.
I bambini con ADHD spesso non hanno quel tipo di controllo.

Ciò può essere dovuto al fatto che le parti del cervello che aiutano a prestare attenzione e a rimanere concentrati senza non annoiarsi, sono per loro troppo “sottoeccitate. Non funzionano con la stessa efficienza di quelle dei loro coetanei.

Il cervello con ADHD non attiva correttamente determinate sostanze chimiche che rendono le attività soddisfacenti/interessanti, quindi questi bambini si sentono meno incoraggiati a rimanere concentrati su di esse.
Questa sensazione viene da loro interpretata come “noia“.

C’è un fattore importante in gioco, quando si tratta di noia e cervello dell’ ADHD : la scarsa gestione delle Funzioni Esecutive.
I bambini con ADHD sono spesso pieni di grandi idee, ma gli mancano le capacità progettuali, organizzative e di risoluzione dei problemi, indispensabili per realizzarle.

Affrontare la noia a casa:

La noia non è sempre una brutta cosa.
In realtà è importante per tutti i bambini (anche quelli con ADHD), imparare a gestirla.
Potrebbe però essere necessario un po’ più di aiuto per i bambini con ADHD, per fargli capire come fare a minimizzare questa sensazione e aiutarli a gestirla da soli:

• Fornire una struttura/programma di attività per il doposcuola e per il fine settimana.
• Incoraggiare a pianificare in anticipo, facendo insieme una lista di cose da fare nel tempo libero.
• Incaricare di svolgere attività/mansioni famigliari adatti all’ età con finalità di un premio.
• Stabilire orari rigorosi per il tempo da trascorrere davanti allo schermo, evitando di usarlo come rifugio per compensare la noia.
• Aiutare a tracciare piani, creare elenchi di cose da fare e utilizzando un calendario/tabella con suggerimenti visivi per strutturare il tempo extrascolastico.

la noia a scuola:

E’ difficile che un insegnante cambi ciò che sta facendo a metà lezione per riprendere l’attenzione di uno studente con ADHD che ha perso interesse dopo 10 minuti. Quindi quel bambino potrebbe molto probabilmente cercare nuove stimoli da solo, manifestando i tipici comportamenti dell’ ADHD come:

• Rivolgere la sua attenzione a qualcosa che succede in classe, o fuori dalla finestra
• Alzarsi e andare in giro per la classe, disturbando i compagni
• Chiedere di andare in bagno perché non riesce più a stare seduto, o mostrare altri segni di iperattività

UTILI ACCORGIMENTI PER CASA E SCUOLA:

Non tentare di ridurre l’attività, ma incanalarla ed utilizzarla per accettabili finalità:
– dare incarichi che permettano il movimento controllato, per fini non distruttivi.
– permettere di stare in piedi di fronte al proprio posto, specialmente in prossimità della fine del compito.

Usare l’attività come un premio:
– dare il permesso per svolgere un’ attività, per es. :
– dare incarichi per portare un messaggio a qualcuno
– pulire la lavagna
– poter tenere un blocco dove scrivere/scarabocchiare, o colorare

• Rendere i compiti più interessanti:
– Permettere di lavorare in coppia, o in piccoli gruppi.
– Alternare compiti molto interessanti ad altri meno interessanti.
– Usare lavagne LIM durante le spiegazioni.
– Far sedere il bambino vicino alla cattedra.

Cercare le novità, specialmente alla fine di un lungo compito:
– Trasformare in gioco la correzione dei compiti.
– Trasformare in gioco il ripasso mnemonico.

Dobbiamo prendere atto che il diverso atteggiamento degli insegnanti e dei genitori con il bambino disattento/iperattivo ha un forte impatto sulla modificazione del suo comportamento.

Uno dei predittori di migliore esito del disturbo, in età adolescenziale, sta proprio nel positivo rapporto che queste figure sono riusciti ad instaurare durante l’infanzia.

Tratto, adattato e tradotto liberamente da:
https://www.understood.org/…/adhd-and-boredom-what-you-need…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...